Quiche porri e pancetta

La quiche con porri e pancetta

Chi non adora le torte salate? Sono apprezzate per la loro versatilità, golose, gustose e invitanti. Perfette per i buffet, ottime sia calde che fredde, ideali come contorno ma, se molto sostanziose, possono rappresentare un valido secondo o addirittura un piatto unico se accompagnate da una semplice insalata.

La quiche è una particolare preparazione di torta rustica che prevede l’utilizzo delle uova e della panna, quindi non è certo un piatto light. La ricetta che segue è una delle più appetitose che abbiate mai provato. Raffinata, può essere servita per una cena importante. Se avanza si conserva in frigo e il giorno dopo sarà il vostro pranzo in ufficio. Se la portate ad un pic nic farete un figurone.

Ingredienti: pasta sfoglia tonda, un uovo, 200 ml di panna da cucina, sale e pepe q.b., 2 porri, 75 gr di pancetta in cubetti, olio d’oliva q.b.

La preparazione è davvero semplicissima: lavate i porri ed eliminate la parte verde e le foglie esterne. Tagliateli quindi a rondelle sottili. Scaldate dell’olio d’oliva in una padella e aggiungete i porri che dovranno soffriggere a fuoco molto lento.

Intanto sbattete l’uovo con la panna, il sale e il pepe nero in polvere.

Coprite la padella in cui stanno cuocendo i porri con un coperchio. Se necessario aggiungete un po’ d’acqua: i porri devono intenerirsi. Soltanto verso la fine aggiungete in padella i cubetti di pancetta e coprite nuovamente col coperchio. Salate leggermente: i porri stufati verranno insaporiti comunque dalla pancetta.

In una teglia stendete della carta forno (magari utilizzate direttamente quella della pasta sfoglia) e adagiatevi la pasta sfoglia: bucherellate la superficie coi rebbi di una forchetta.

Versatevi i porri con la pancetta e distribuite uniformemente sul fondo. Poi versate il composto di uova e panna e livellate bene. Chiudete verso l’interno i bordi della pasta sfoglia. A piacere spennellateli con del rosso d’uovo.

Nel frattempo avrete fatto preriscaldare il forno a 200 gradi. Abbassate la temperatura a 180 e infornate la teglia. La cottura durerà 30/35 minuti a seconda delle caratteristiche del vostro forno. Regolatevi controllando ad occhio: la superificie della torta salata dovrà apparire dorata.

Sfornate e servite calda o fredda, a piacere. Accompagnate con un Albana di Romagna, un Vernaccia di San Gimignano, un Lambrusco di Sorbara o con un vino rosso di medio corpo, fresco e giovane come il Monferrato.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *